All DNS Leads To Me

Nome: $:whoami _ Nato il: $:uptime _ Residenza: $:hostname _ Segni particolari: ‘uname -a’

Archive for the ‘Fedora’ Category

Diplopia

leave a comment »

Aggiornamento di sistema in azione su Fedora 9. Modello: PackageKit.

PackageKit Quadro

Se usi PackageKit ti accorgi che è una cosetta proprio giovane, ma che se arriverà a fare quello che deve fare bene (ossia permettermi di ignorare tranquillamente la differenza tra deb, yum, apt-get, rpm, synaptic & C.) sarà gioia e delizia del medio utente medio (e a scalare verso il basso, ovvio).

Però io, due finestre per il progress dello stesso task, che si spartiscono le informazioni da visualizzare…. è roba che capita una volta nella vita.

Ah, questi ragazzi. =D

Annunci

Written by stefanauss

giugno 28, 2008 at 1:04 am

Fedora 8: abilitare la cache di yum

leave a comment »

Trovo Fedora un’ottima distribuzione: elegante di default, community-driven (niente main e universe), una delle poche a smuovere le acque, provare qualcosa di diverso (Pulse Audio e PolicyKit tanto per citare qualcosa). Una delle cose che più apprezzo è che la distro non venga “congelata” dopo la release. Nei repository appaiono tempestivamente nuove versioni perlomeno degli applicativi più popolari (anche il kernel viene portato alle versioni più recenti: al momento della release veniva installato il 2.6.22.8, mentre ora nei repo è disponibile il 2.6.23.9-rc1).

Su Fedora 7 effettuavo periodicamente dei salvataggi della cache dei pacchetti, per non essere costretto a scaricare orde di megabyte (ricordate: digital diviso) per ogni installazione di fedora con cui ho a che fare (in casa almeno 3). No, ok, lo ammetto. Soprattutto per non dovermi sorbire la lentezza imbarazzante di yum e pirut, le controparti fedoresche di apt e synaptic. E’ da almeno Fedora 5 che sono in progetto migliorie stratosferiche ai due comari e qualcosa in effetti si è visto, ma niente che possa rendere il confronto con Ubuntu e OpenSUSE ad armi pari. Al punto che oramai è prossima l’introduzione di PackageKit nella Prossima F9; che abbiano lasciato perdere? Ma sto divagando.

La 8 m’ha fatto un bello scherzetto al primo grosso update. No, niente errori, tutto è andato liscio. Ma al riavvio (update del kernel), non c’era nessun pacchetto in /var/cache/yum. Niente da poter salvare, tutto da rifare al prossimo pc =(. Porca puella.

Ho scoperto solo ora come ripristinare il vecchio comportamento. Modificare il file /etc/yum.conf alla riga:

keepcache = 0.

Inserire 1 ovviamente. Dando un’occhiata al manuale di yum si comprende come in realtà sia proprio mantenere la cache il comportamento predefinito. Ma mi sa che la frequenza e la quantità degli aggiornamenti disponibile abbiano convinto gli sviluppatori a non saturare il disco con dei file inutili alla quasi totalità degli utenti.

Written by stefanauss

dicembre 18, 2007 at 11:25 pm

Pubblicato su Fedora, Package Management, Uffa

Tagged with , , ,

Network Manager fa sul serio.

leave a comment »

Network Manager ha sempre avuto i suoi grossi immensi limiti. Se la tua rete personale rientra nelle cose che NM è in grado di gestire, benissimo, sarà il tuo più grande amico. Ma se poco poco la tua è una configurazione un tantino alternativa, è meglio disabilitarlo del tutto. Nemmeno così tanto alternativa, posto che allo stato attuale NM non ti permette neanche di gestire connessioni a reti che utilizzino IP statici.Per collegarmi ho sempre usato su Linux un Nokia 6630 con connessione UMTS (si, sono un digital diviso), azionato sempre e solo con wvdial. Non solo non posso usare NetworkManager, ma la sua presenza con questa connessione è anche d’intralcio: su tantissime distribuzioni a NM attivato il file /etc/resolv.conf non viene aggiornato con i Server DNS della connessione attiva.

Nell’installazione dell’ultima Ubuntu Gutsy, ubiquity insiste nel cercare immediatamente gli aggiornamenti di sicurezza presenti nei repository. Attività encomiabile, ma se non sei connesso ad internet & NM è attivo (entrambe le condizioni vere, come a me è capitato) ottieni i seguenti due risultati:
1) L’installazione si blocca all’83 percento.
2) Appena ti accorgi che forse qualcosa non va, e disabiliti NM, ecco che compare il messaggio di errore che mi porge le sue scuse, ma non trova gli updates. Per attenuare la mia delusione però commenta tutte le line del sources.list. L’installazione si completa e al riavvio, ovviamente, è impossibile aggiornare synaptic.

Parte di queste defaillances sono da ricercare nel poco hardware supportato, specialmente per le connessioni wireless. Ma ci sono sviluppi interessanti :)

Presto NetworkManager, dice Dan Williams, potrebbe supportare le PC-Card GPRS/EDGE/UMTS/HSDPA e il servizio Dial-Up Networking del Bluetooth (DUN). Il che significa finalmente un modo *semplice* (si spera) di far sapere all’intero sistema di potere contare su una rete cellulare come gateway (e nel caso del bluetooth, perfino di un cellulare =D).

Right now the preliminary support is for GSM-based cards […] . We’ll soon add support for CDMA-based 1xRTT, EVDO rev 0, and EVDO rev A cards too. It’s pretty rough at the moment, and he just committed it this morning, so don’t expect the thing to work just because you plugged it in (yet)

Ora c’è un supporto preliminare alle Card GSM [..]. Presto aggiungeremo quello per le card EVDO e CMDA. Non è granchè al momento, è stato integrato solo questa mattina, quindi non aspettativi che le cose funzionino solo perchè inseride la card (per ora).

E in futuro chissà, magari anche le connessioni USB.. La prima è una feature interessante, ma DUN e USB possono interessare potenzialmente molti più utenti.

After the PPP bits have been worked over Jack Bristo-style and are begging for mercy, we’ll start adding support for serial modem, ISDN, and Bluetooth DUN.

Dopo che tutto questo lavoro sarà passato indenne e misericordioso, cominceremo ad aggiungere supporto ai modem seriali, a quelli ISDN e al DUN Bluetooth.

Le funzioni vedranno probabilmente la luce nella prossima Fedora 9. Da un po’ Fedora è la distribuzione Linux che presenta soluzioni alternative rispetto al trend attuale, ma con NM è sempre stata decisamente un passo avanti, fornendo sempre l’ultimissima versione della applet (si può tranquillamente dire che ne “guida” lo sviluppo, sebbene sia una componente propria di GNOME). Qui e qui le entry wiki con le novità previste per NM e BT.

Come dice Dan: Noi chiediamo, loro provvedono.
Chiedete gente, chiedete. =D

Written by stefanauss

dicembre 3, 2007 at 12:00 am