All DNS Leads To Me

Nome: $:whoami _ Nato il: $:uptime _ Residenza: $:hostname _ Segni particolari: ‘uname -a’

Fedora 8: abilitare la cache di yum

leave a comment »

Trovo Fedora un’ottima distribuzione: elegante di default, community-driven (niente main e universe), una delle poche a smuovere le acque, provare qualcosa di diverso (Pulse Audio e PolicyKit tanto per citare qualcosa). Una delle cose che più apprezzo è che la distro non venga “congelata” dopo la release. Nei repository appaiono tempestivamente nuove versioni perlomeno degli applicativi più popolari (anche il kernel viene portato alle versioni più recenti: al momento della release veniva installato il 2.6.22.8, mentre ora nei repo è disponibile il 2.6.23.9-rc1).

Su Fedora 7 effettuavo periodicamente dei salvataggi della cache dei pacchetti, per non essere costretto a scaricare orde di megabyte (ricordate: digital diviso) per ogni installazione di fedora con cui ho a che fare (in casa almeno 3). No, ok, lo ammetto. Soprattutto per non dovermi sorbire la lentezza imbarazzante di yum e pirut, le controparti fedoresche di apt e synaptic. E’ da almeno Fedora 5 che sono in progetto migliorie stratosferiche ai due comari e qualcosa in effetti si è visto, ma niente che possa rendere il confronto con Ubuntu e OpenSUSE ad armi pari. Al punto che oramai è prossima l’introduzione di PackageKit nella Prossima F9; che abbiano lasciato perdere? Ma sto divagando.

La 8 m’ha fatto un bello scherzetto al primo grosso update. No, niente errori, tutto è andato liscio. Ma al riavvio (update del kernel), non c’era nessun pacchetto in /var/cache/yum. Niente da poter salvare, tutto da rifare al prossimo pc =(. Porca puella.

Ho scoperto solo ora come ripristinare il vecchio comportamento. Modificare il file /etc/yum.conf alla riga:

keepcache = 0.

Inserire 1 ovviamente. Dando un’occhiata al manuale di yum si comprende come in realtà sia proprio mantenere la cache il comportamento predefinito. Ma mi sa che la frequenza e la quantità degli aggiornamenti disponibile abbiano convinto gli sviluppatori a non saturare il disco con dei file inutili alla quasi totalità degli utenti.

Written by stefanauss

dicembre 18, 2007 a 11:25 pm

Pubblicato su Fedora, Package Management, Uffa

Tagged with , , ,

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: