All DNS Leads To Me

Nome: $:whoami _ Nato il: $:uptime _ Residenza: $:hostname _ Segni particolari: ‘uname -a’

Compiz di default: un mese dopo.

leave a comment »

Ok, ammetto che ero perplesso, ma dopo un mese di utilizzo intenso, diciamo pure di abuso, non posso che promuovere Compiz di default in Ubuntu Gutsy, almeno sulla mia configurazione (una preistorica Nvidia GeForce 3 Ti 500). Che probabilmente era anche l’unica in grado di passare veramente con nonchalance questo test.Ho fatto le cose alla Ubuntu way, visto che cercare di combinare le nozze tra l’installer NVidia 96.43.01 (un recentissimo atto di pietà per la mia veneranda geforce) e l’eye-candy di serie non ha portato a ottimi risultati (niente metacity). D’altronde non è Compiz Fusion che aveva bisogno di test, ma quella feature a volte sorprendentemente instabile chiamata Default.

Quindi: installati i driver proprietari via Restricted Manager, si attiva Compiz dalla rassettatissima capplet Appearances, sezione “Visual Effects” (uso Ubuntu in inglese, non conosco gli equivalenti localizzati =P). Funge tutto. Non mantengo i settaggi, tutto torna come se niente fosse successo. Riattivo definitivamente, stavolta usando le impostazioni “Extra”, tra i cui plugin figura l’immancabile Wobbly.

Non dura granché questa configurazione, il tempo di constatare che perlomeno le impostazioni con cui compiz gira di serie non sono sopportabili: a parte la scattosità e gli artefatti percettibili in molte animazioni, mancava ad esempio un plugin importante come Scale. Capisco voler ridurre all’osso, ma ai neofiti Scale è uno di quei plugin in grado di fare una differenza coi loro attuali desktop, in termini di usabilità pura.

Quindi ecco spiegata la successiva installazione di CCSM. Hai voglia a spiegare agli sviluppatori la voglia di risparmiare il fiato e ore di vita con gli acronimi, ecco piazzata in Preferences la nuovissima voce Advanced Desktop Effects Settings. Apro Advanced Desktop Effects Settings e ritrovo il configuratore che aveva debuttato sul mio pc grazie al repo di 3v1no. Quattro cosette: Animazioni Random, intervallo tra gli aggiornamenti minimo, plugin Scale e ho attivato l’opzione Sync To VBlank. Risultato: Animazioni fluide, artefatti ridotti al minimo, really-eye-candy, ottima stabilità. Sul serio, nemmeno mezzo crash, mai. Certo, c’è sempre il problema delle black windows causa driver, ma il default che l’utente si ritrova è piacevolmente decoroso. Nessun comando da terminale, nessun workaround, niente sbattimenti, funge.

Ad ogni modo a Compiz viene dedicata una cura particolare. Saranno già tre volte che i pacchetti vengono aggiornati da Update Manager, e scorsa settimana è stato backportato alla versione 0.6.2 =). E da quando c’è Gutsy che i Backports stanno maturando, prendendo ritmo. Piccoli GetDeb crescono.

Written by stefanauss

novembre 28, 2007 a 3:32 am

Pubblicato su Uncategorized

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: